Francia VS Italia: differenze nel mondo del lavoro

da | Giu 6, 2024 | Papers!

La Francia, questo bellissimo Paese dove puoi mangiare ottimi croissant mentre ammiri monumenti famosi in tutto il mondo con in sottofondo le note de La vie en rose di Edith Piaf. Un Paese così vicino all’Italia, ma così distante sotto diversi aspetti, compreso quello lavorativo. Da francese che ha lavorato in Italia, mi è venuto in maniera piuttosto naturale notare queste differenze. In questo articolo, infatti, ho provato a metterle nero su bianco e a portare alla luce alcune riflessioni.

Francia

Italia

Visione del lavoro

Il lavoro è percepito più come un complemento alla vita, poiché lo Stato fornisce sostegno economico a chi è senza impiego. Questo si traduce in un approccio al lavoro più distaccato, spesso riassunto con il detto: “Se l’azienda non è mia, non è un mio problema”.

Il lavoro è visto come una necessità vitale, data la minore assistenza statale. Ciò porta gli italiani a valorizzare maggiormente il proprio ruolo aziendale e il rapporto con i superiori, riflettendo un impegno maggiore e un senso di dovere più forte.

Rapporto con la gerarchia

La gerarchia è intesa come una pura divisione di ruoli, con un focus sulle responsabilità e sulla delega, evitando dinamiche di dominanza.

Prevale una cautela nel rapporto gerarchico, tendendo a evitare conflitti e a sottostimare le proprie opinioni. Spesso, i dipendenti si aspettano che i manager prendano tutte le decisioni, rendendo difficile assumersi responsabilità dirette e prediligendo ruoli da meri esecutori.

Relazione con il tempo

Il lavoro è pianificato su una scala temporale a lungo termine, con una preferenza per l’anticipazione e una preparazione accurata. L’improvviso spaventa e indica che il lavoro non è stato ben preparato. Lavorare di fretta è fonte di stress.

Gli italiani sono bravi a lavorare sotto pressione e a breve termine, e trovano in queste condizioni un terreno fertile per l’efficienza e la creatività, si fa di necessità virtù, diciamo.

Interazioni nell’azienda

Le interazioni professionali sono caratterizzate da un approccio più riservato e formale.

I lavoratori italiani tendono a esprimere più liberamente le emozioni nelle relazioni professionali.

Orario di lavoro settimanale

La settimana lavorativa è fissata a 35 ore. Questo si traduce in una differenza annuale di 260 ore lavorative, equivalente a circa 6,5 settimane di lavoro in meno rispetto all’Italia, evidenziando una maggiore enfasi sul bilanciamento tra vita professionale e personale.

La settimana lavorativa standard è di 40 ore, riflettendo un approccio differente. Questo orario più esteso si traduce in un maggior numero di ore lavorative annue.

In conclusione, le diverse visioni del lavoro in Francia e Italia offrono vantaggi unici in entrambi i contesti. Da un lato, gli italiani si distinguono per la loro capacità di innovare, adattarsi e gestire efficacemente situazioni impreviste. Dall’altro, i francesi apportano alle loro aziende un’eccezionale organizzazione, la capacità di anticipare eventi futuri e un approccio al pensiero logico e strutturato.

Lavorare in Italia mi ha permesso di ampliare la mia visione del lavoro e di imparare molte cose positive. Mi ha insegnato il valore di esprimere le emozioni nei rapporti professionali e di gestire lo stress in situazioni di pressione. Questa esperienza ha lasciato un segno indelebile nella mia vita professionale, per cui sono profondamente grata.

Vista la mia esperienza, mi sento di consigliare di andare a lavorare all’estero, se avete la possibilità! Questo vi permetterà di esplorare e comprendere diverse metodologie e organizzazioni lavorative. L’immersione in una nuova cultura professionale non solo arricchirà la vostra comprensione del mondo del lavoro, ma vi permetterà anche di tornare con una prospettiva rinnovata e arricchita. Questo genere di esperienza ha il potenziale di apportare miglioramenti significativi alla vostra attività e alla vostra carriera, offrendovi nuovi spunti e strategie. Sfruttare l’opportunità di lavorare all’estero può rivelarsi una svolta decisiva, portando una crescita personale e professionale!

Ti incuriosisce quello che facciamo?

Con la Newsletter Ufficiale di Nida’s saprai sempre cosa bolle in pentola!

Gli ultimi articoli

Il potere della cancelleria personalizzata nel B2B

Il potere della cancelleria personalizzata nel B2B

Ogni storyteller può confermarlo: carta e penna sono tutto ciò che ti serve per iniziare a scrivere una storia. Anche quella del tuo business!
Ovvio, poi è il contenuto quello che conta… ma quando lo scrivi utilizzando strumenti personalizzati l’impatto è ancora maggiore.

Mancano solo 6 mesi a Natale!

Mancano solo 6 mesi a Natale!

Natale è alle porte! Può sembrare incredibile, ma mancano solo sei mesi a questa magica festa. Sì, hai capito bene… SOLO 6 mesi! Se credi sia troppo presto per iniziare a prepararti, ripensaci.

IndiceToggle Table of Content